Denuncia Gestione Covid


ISTRUZIONI (per chi ha già presentato la denuncia-madre)
Ad aprile 2021 il Dott. Trinca, l’Avvocato Fusillo e l’Associazione European Consumers, hanno presentato una articolata e incisiva denuncia alle Procure di Bergamo, Roma, Perugia, Rieti e Siracusa, evidenziando una serie di fatti nella gestione disfunzionale dell’emergenza Covid d parte delle istituzioni sanitarie; fatti che potrebbero configurare reati gravissimi come “strage” e “condotta terroristica” secondo l’art. 270 sexies del codice penale e per cui si rimette alla Magistratura ogni valutazione. Successivamente, molte centinaia di cittadini hanno a loro volta stampato la denuncia e presentata alla Procura della propria area di residenza (praticamente in quasi tutte le Procure d’Italia). La nostra denuncia si è sommata a quella presentata alla Procura di Bergamo da migliaia di famiglie di deceduti che ritengono che i decessi dei loro cari siano stati frutto di malasanità (come, ad esempio, aver ricoverato i malati Covid nelle RSA… FOLLIA O CRIMINE??).

A seguito di tutte le denunce, la Procura di Bergamo ha aperto un corposo fascicolo d’indagine che, fra l’altro, vede tra gli indagati (per aver mentito ai PM durante gl’interrogatori sul perché il Piano Pandemico del 2006 non era stato aggiornato come imponevano accordi internazionali con l’OMS) Ranieri Guerra, ex vicedirettore mondiale dell’OMS e già responsabile del dipartimento Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute. Successivamente all’indagine e al suo stato d’inquisito, Ranieri Guerra non è stato riconfermato nell’incarico di vertice all’OMS
(Leggi l'articolo)
.


Inoltre, anche il capo di gabinetto del ministro Speranza, Goffredo Zaccardi, è risultato coinvolto nelle indagini della Procura di Bergamo a seguito di email compromettenti scambiate con Ranieri Guerra e a metà settembre ha rassegnato le dimissioni (ufficialmente per “motivi personali”)
(Leggi l'articolo)
.


Quanto sopra spinge a ritenere che la cosiddetta “via giudiziaria” per ottenere giustizia e verità non è inutile, per quanto irta di ostacoli e d’insabbiamenti; se sostenuta dalla forza pacifica ma consapevole e determinata delle categorie sociali, delle famiglie e dei cittadini tutti, può essere di grande aiuto per bloccare la dittatura globale con alibi sanitario che forze oscure stanno imponendo. Per questo invito tutti a farsi promotore della denuncia, di cui di seguito trovate le istruzioni per presentarla.

a) scaricare e stampare solamente l’integrazione di denuncia in almeno 2 copie: una per la Procura di destinazione (la medesima a cui s’inoltrò la denuncia-madre) e un’altra che spesso richiede la Questura o la Stazione dei Carabinieri a cui ci si rivolge; per la ricevuta di deposito da farsi rilasciare può bastare anche solo la prima e l’ultima pagina firmata, ma se preferite potete stampare un’ulteriore copia intera da far vidimare.

b) si consiglia vivamente anche d’inoltrare alla Procura di Roma la “denuncia-integrata” (che contiene il testo sia della denuncia-madre che della integrazione), perché è la Procura che ha competenza maggiore essendo citati Enti e Istituzioni nazionali con sede a Roma; in questo caso sarà necessario stampare altre 2 copie e la prima e l’ultima pagina per la ricevuta di deposito. Scarica la denuncia integrata