Articolo del
06/05/2021

PROGETTO DI MOBILITAZIONE

1. Unità dei Movimenti (consapevolezza della necessità e coerenza nel costruirla)

2. Organizzazione (tavolo permanente di concertazione)

3. Contenuti e metodi: denuncia (non solo in sede giuridica-penale, ma in tutti gli ambiti della comunicazione e confronto) di EPIDEMIA DOLOSA, STRAGE e CONDOTTA TERRORISTICA (art. 270 sexies c.p.).

Questo mio contributo si focalizza sul punto 3, che qualifica e rafforza la lotta sia all’interno del Movimento (attivisti e popolo consapevole), sia all’esterno (resto della società da risvegliare, istituzioni giuridiche e politiche -nazionali e locali, media, ecc.).

La denuncia penale per EPIDEMIA DOLOSA, STRAGE e CONDOTTA TERRORISTICA, adeguatamente argomentata e documentata deve essere la nostra BANDIERA e il nostro CAVALLO DI BATTAGLIA, tanto nelle piazze quanto nella comunicazione e come base per TUTTE le rivendicazioni del Movimento (lavoro, scuola, libertà individuale -NO al a pass vaccinale-, cure domiciliari, ecc.).

In qualunque manifestazione, locale e nazionale, indetta sulla problematica generale o per una esigenza settoriale (opposizione al pass vaccinale e a qualunque restrizione delle libertà individuali e collettive, riapertura delle attività lavorative, normalizzazione delle attività scolastiche, opposizione al ricatto vaccinale sul posto di lavoro, ecc.) il Movimento di Resistenza e ciascun attivista devono IMPUGNARE LA BANDIERA DELLA DENUNCIA e usare le argomentazioni chiave come base solida per ogni rivendicazione: LE CURE CI SONO MA NON LE HANNO VOLUTE E NON LE VOGLIONO APPLICARE… APPLICANDOLE L’EMERGENZA SI RISOLVEREBBE RAPIDAMENTE E NON SERVIREBBE ALCUNA RESTRIZIONE (lavoro, libertà, scuola, ecc.).


Dott. Franco Trinca
Biologo Nutrizionista clinico… e sociale